ABOUT MASSIMO CANESIN

Lo studio Massimo Canesin Architect (MAC) ha sede in Ancona ed è dedicato alla ricerca ed alla pratica della progettazione architettonica, urbana e del paesaggio. Lo studio si avvale di valide collaborazioni, risorse competenti e qualificate, che possano permettere una gestione integrata di progetti complessi nell’ambito pubblico e privato. I principali campi di intervento consistono in: nuove edificazioni, recupero, riuso, ristrutturazione e restauro dell’esistente, sistemazione ed arredo di spazi esterni, architettura d’interni, allestimento di spazi espositivi, disegno industriale, progettazione grafica, bioarchitettura.
La pratica dello studio è basata sulla continua ricerca dell’opera architettonica attraverso creazioni e studi progettuali di qualità
“Il punto di partenza è la tensione verso la bellezza, verso l’arte, in modo che la sorpresa, lo stupore, l’inatteso siano parte anche dell’opera architettonica”

Massimo Canesin si laurea nel 2007 in UNIVPM con laurea specialistica (classe 4/S Architettura e ingegneria edile) e si iscrive all’ Ordine degli Architetti di Ancona dopo avere sostenuto l’esame di abilitazione alla facoltà di Architettura dell’Università di Camerino sede Ascoli Piceno.
Già in ambito universitario partecipa ad un progetto di recupero e riqualificazione di diverse aree nella città storica di Hue, Vietnam, per un progetto di cooperazione internazionale.
Collabora con studi di architettura prendendo parte all’attività di progettazione per opere di carattere pubblico e privato. Prenderà parte quindi a gruppi di lavoro per la progettazione di importanti interventi come l’autorità portuale di Ravenna, un nuovo quartiere direzionale nella città di Braila in Romania, concorsi per gli ospedali di rete di Fermo e Camerano (AN), la nuova sede Asur di Pesaro e alcuni project financing per la città di Ancona. Dal 2014 ad oggi lavora a numerosi progetti sia pubblici che privati anche in RTP e vince diverse gare a livello nazionale. Si aggiudica diversi concorsi per il recupero e la realizzazione di porzioni di ospedali come quello di Fano del nuovo piano operatorio, da poco terminati i lavori. Nel 2011 e 2012 si occupa della progettazione esecutiva per la realizzazione del complesso di edifici pubblici destinati a sede della Polizia Penitenziaria nella città di Palermo. Partecipa a molti concorsi di idee e di progettazione, anche internazionali, cimentandosi in temi di carattere urbano rivolti in particolare alla riqualificazione del tessuto edilizio storico delle città.
Nel 2010 con un gruppo di professionisti partecipa alla gara mediante procedura aperta relativa all’appalto dei lavori di realizzazione del Parco della Piedichiusa indetto dal Comune di Lamezia Terme aggiudicandosi il bando.
Nel 2008 al XXVI congresso nazionale INU “Il nuovo piano” di Ancona viene invitato ad esporre un progetto di riqualificazione urbana all’interno del territorio del Comune di Macerata.